Il Non Thermal Plasma potrebbe essere una valida tecnologia per combattere il COVID.Il Non Thermal Plasma potrebbe essere una valida tecnologia per combattere il COVID.La tecnica del plasma freddo distrugge il coronavirus in meno di 30 minuti: l'importante scoperta, basata sul fenomeno della ionizzazione, è stata dimostrata dal professor Andrea Crisanti, ordinario dell'Università di Padova e noto volto televisivo. Il virologo e la sua equipe hanno calcolato che questa tecnologia presenta un'efficacia antivirale estremamente elevata nei confronti del COVID-19, con un abbattimento del 99,99% della carica virale in circa mezz'ora. Ciò lascia supporre che l'utilizzo di queste tecnologie, in più macchine cooperative, possa sanificare aria e superfici in un tempo anche considerevolmente minore.

Questo fatto potrebbe avere importantissime conseguenze e la Jonix, azienda padovana specializzata in raffreddamento dei Data Center, sta investendo denaro per sviluppare adeguatamente questa tecnica.

Ma qual è il suo funzionamento? La NTP, Non Thermal Plasma, è una modernissima tecnologia che si basa sulla ionizzazione, ovvero un fenomeno fisico, generato a temperatura ambiente, che utilizza l'aria come miscela gassosa, trasformandola in un gas ionizzato elettricamente. Ioni, atomi e molecole, scontrandosi tra di loro, producono specie ossidanti che disaggregano o uccidono composti organici volatili, virus, batteri, microrganismi e odori.

Il presidente dell'azienda, Mauro Mantovan, è entusiasta dell'appoggio del team di Crisanti e l'analisi di un certificatore prestigioso (l'ateneo padovano) permette di continuare a lavorare, al fine di proporre prodotti e cure sempre più all'avanguardia.

Queste macchine, altamente tecnologiche, potranno essere distribuite in luoghi ad alta frequentazione, come ospedali, scuole, case di riposo e mezzi pubblici.

Esempi delle innumerevoli applicazioni della NTP (fonte: ScienceDirect.com)Esempi delle innumerevoli applicazioni della NTP (fonte: ScienceDirect.com)