GREEN PASS abolito? Risponde SILERIGREEN PASS abolito? Risponde SILERILa Gran Bretagna sta per eliminare tutte le restrizioni adottate per il contenimento dell'avanzata del COVID, tra cui anche quella legata al Green Pass. Insomma, gli inglese ben presto potrebbero dimenticare il coronavirus.

In Italia, invece, si guarda con apprensione le scelte del premier inglese Boris Johnson. Uno su tutti, contrario a quello che ha deciso la Gran Bretagna, è il sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, Pierpaolo Sileri, che ha definito "troppo precoce" la scelta inglese: "Abbiamo imparato che la mascherina è un presidio necessario, insieme alla distanza, al lavaggio mani, alla vaccinazione. Oltretutto la mascherina, con una variante che circola come la Omicron, è garanzia di protezione. Rimuoverla da oggi, soprattutto in ambienti chiusi, mi sembra davvero troppo precoce. L'allentamento delle misure è precoce farlo oggi, come ho già specificato. E' auspicabile fra circa 1 mese", ha detto Sileri all'Huffpost. E ancora: "Verosimilmente, se il Regno Unito lo inizia oggi e ha iniziato 4 settimane prima di noi con la variante Omicron, è plausibile che questo allentamento da noi sarà possibile almeno fra 4 settimane. Non prima".

E per il Green Pass in Italia? Questa la risposta del sottosegretario:"Il Green Pass è garanzia per il futuro. Sarà piuttosto un ripensamento delle norme che regolano quarantene e isolamenti. Non credo assolutamente ci sarà la rimozione della mascherina, non credo ci sarà rimozione della distanza sociale: è troppo presto. Del resto si può fare tutto se si possiede il Green Pass, non ci sono chiusure e null'altro".
Nessuna apertura, dunque, per i non vaccinati, destinati a restare tagliati fuori dalla maggior parte delle attività.