DENTI DI DRAGO: lo sbarramento contro i carri armatiDENTI DI DRAGO: lo sbarramento contro i carri armatiDenti di Drago. Il nome stesso incute timore. E in effetti è proprio ciò che si voleva ottenere. Si tratta infatti di un particolare tipo di sbarramento anticarro realizzato durante la Seconda Guerra Mondiale in molte aree d’Europa in sostituzione dei tradizionali fossati. In sostanza una struttura in calcestruzzo con forma puntuta.

I carri armati erano un veicolo mortale e i classici fossati non erano più molto efficaci contro questi mostri cingolati ed escogitarono un modo per fermarli: costruire i denti di drago. Furono determinanti per gli equilibri bellici europei: la Linea Sigfrido e la Linea Maginot.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, lo sbarramento principale, teatro dei più importanti combattimenti, fu quello della Linea Sigfrido. Gli ostacoli della Linea Maginot, invece, si rivelarono del tutto inutili. La barriera, infatti, venne aggirata dalle truppe tedesche.

Oltre che in Germania e in Francia, alcuni li possiamo ancora trovare in Inghilterra e in Svizzera, oltre che in Estonia, Russia e Corea. Ad oggi, la barriera più spettacolare e meglio conservata è certamente quella sulle Alpi italiane, presso lo Sbarramento Pian dei Morti, localizzata in Val Venosta, nei dintorni del Passo Resia.