Dormire sul divano con la TV accesa è una pessima abitudineDormire sul divano con la TV accesa è una pessima abitudineDormire con televisione accesa può risultare pericoloso. Ad alcuni di noi sarà capitato, specie nei periodi di isolamento e quarantena (nonché lockdown) legati al COVID, di addormentarsi momentaneamente davanti alla TV.

È bene dire, tuttavia, che non s itratta di una pratica salutare, poiché, come riportato anche dal quotidiano Huffington Post, mentre dormiamo il cervello continua a monitorare l'ambiente circostante, bilanciando la necessità di proteggere il sonno con quella di riprendere la veglia rapidamente, in risposta a eventuali stimoli rilevanti.
Sarà capitato a tutti di svegliarsi nel cuore della notte sentendo un tonfo o un rumore sordo: è il nostro encefalo, che ha avvertito un pericolo e ci ha improvvisamente condotto in stato di coscienza.

L'agenzia ANSA, a tal proposito, ha riportato i risultati di un recente studio (pubblicato sulla prestigiosa rivista Journal of Neurosciences) che ha spiegato cosa può accadere se si dorme con il televisore sintonizzato.
I ricercatori dell'Università di Salisburgo hanno misurato l'attività cerebrale di 17 adulti addormentati, in risposta a voci familiari ed estranee. Queste ultime, in particolare, hanno suscitato più complessi K, ovvero due tipi di onde cerebrali legate a disturbi sensoriali durante il sonno.
In altre parole: la voce di un familiare stretto tende a non far svegliare la persona addormentata (a meno che non parli ad alta voce), mentre un leggero rumore di sottofondo dai toni sconosciuti può portare a un eccessivo stato di attenzione del cervello.

Ecco perché, per una buona dormita, è necessario riposare in una stanza con poco rumore e senza impulsi sonori di sottofondo.