GHIACCIO: ecco come agisce il sale preventivoGHIACCIO: ecco come agisce il sale preventivoNelle prossime ore il principale pericolo "post nevicata" sarà la possibile presenza di lastre di ghiaccio, che potrebbero formarsi a causa delle basse temperature con pericolose conseguenze per la circolazione stradale e per l'incolumità delle persone.

L’impiego del sale sparso sulle arterie di comunicazione in inverno è una prassi consolidata ed efficace per evitare che il manto stradale sia reso via via più scivoloso. Le allerta meteo, lanciate con sempre maggiore anticipo, hanno lo scopo proprio di far sì che le Regioni e i singoli comuni non si trovino impreparati qualora si verificassero delle condizioni estreme.

Nella concreta gestione della sicurezza sulle strade il cloruro di sodio, in cristalli grossolani, viene solitamente gettato frammisto a sabbia e ghiaia. Nello specifico, vengono usati due tipi di sali: il cloruro di sodio ed il cloruro di calcio. Il primo è il comune sale da cucina. Il secondo, più efficace, viene sciolto ed adoperato laddove neve e ghiaccio sono già esistenti.

Il sale ha due funzioni, la prima è un effetto anticongelante preventivo. In questo caso agisce abbassando la temperatura di congelamento dell’acqua. L’umidità che bagna l’asfalto, in questo modo, anziché solidificare, trasformandosi in ghiaccio, si manterrà allo stato liquido anche con diversi gradi al di sotto dello zero.
La seconda funzione è l’azione di scioglimento del ghiaccio già formato, o anche della neve. Molto importante anche quest'ultima, in quanto permette di "pulire" il manto stradale nel caso in cui i mezzi spargisale non siano passati prima della nevicata.