L'Aria fredda che dall'Europa orientale entra in Valpadana da est, e poi punterà alle AdriaticheL'Aria fredda che dall'Europa orientale entra in Valpadana da est, e poi punterà alle Adriatiche Già a partire dall'inizio del mese di Febbraio lo scenario meteorologico a scala europea muterà radicalmente: aria fredda di estrazione polare marittima dal mar del Nord investirà il Vecchio Continenti con una massiccia discesa dalle Isole Britanniche verso la Francia; nel contempo un profondo vortice scandinavo con minimo sulla Finlandia muoverà verso la Russia e favorirà ulteriore lo spostamento di una colata artica dal Baltico verso Balcani, Italia, e bacino del Mediterraneo. Dopo la prima perturbazione mite del giorno 1, sarà da Lunedì 5 che una seconda perturbazione darà il via ad un vortice ciclonico che andrà approfondendosi prima sul Tirreno e poi sull'Adriatico, attendiamo pertanto una struttura ad occhiale. Inizialmente nevicherà in pianura in Piemonte, poi al vortice si attarderà al CentroSud, liberando il Nord dove entreranno correnti gelide orientali. Tra Martedì 6 e giovedì 8 prevediamo Bora sull'Adriatico, maltempo al Sud, Sicilia e adriatiche da Rimini in giù con tanta neve su Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, come di consueto in questa configurazione. Ciclone italico per Martedì 6 FebbraioCiclone italico per Martedì 6 Febbraio