La Terra è in piena emergenza climaticaLa Terra è in piena emergenza climaticaLa Terra è in piena emergenza climatica: questo è l’allarme lanciato da 11 mila ricercatori di tutto il mondo in un articolo-appello appena pubblicato sulla rivista scientifica BioScience, tra cui anche 250 italiani. Cerchiamo di vedere quali sono le sei misure urgenti richieste dagli studiosi per salvare il Pianeta.

Come in un ospedale, la Terra e i suoi abitanti possono osservare qui la propria cartella clinica degli ultimi 40 anni e, dopo essersi preoccupati, pensare alle cure. O fingere di niente. Cure che dipendono ora da chi deve prendere decisioni politiche ed economiche. In sintonia con i precedenti rapporti emanati anche dagli organismi collegati alle Nazioni Unite (IPCC, Intergonvernamental Panel on Climate Change-Pannello Integovernativo sul Cambiamento Climatico), i ricercatori forniscono sei, drastiche ed urgenti misure che, se seguite, possono se non altro allontanare la crisi. Vediamo quali sono:

1. La prima riguarda il settore energetico. Bisogna sostituire i combustibili fossili con fonti rinnovabili a basse emissioni, lasciare sotto terra le rimanenti scorte di gas e petrolio, eliminare i sussidi alle compagnie petrolifere, e imporre tasse sul carbonio sufficientemente elevate per scoraggiare l'impiego degli idrocarburi.

2. La seconda comporta la riduzione di emissioni di metano, polveri sottili, idro-fluoro-carburi e altri inquinanti climatici.

3. La terza riguarda l'ambiente. Secondo gli esperti si deve ripristinare e proteggere gli ecosistemi come foreste, praterie, torbiere, zone umide e mangrovie per consentire a questi di sequestrare l'anidride carbonica atmosferica.

4. Tocca poi al cibo, la quarta raccomandazione. Come nel recente rapporto IPCC, il nostro modo di mangiare sta erodendo le riserve del Pianeta. È necessario passare a una dieta più bilanciata e a base di vegetali (riducendo soprattutto le carni rosse).

5. La quinta tocca l'economia. È arrivato il momento di convertirsi a una economia indipendente dagli idrocarburi per riavvicinare l'umanità alla biosfera e allontanarla dall'obiettivo, ormai superato, incentrato sulla crescita del prodotto interno lordo.

6. Infine - sesta raccomandazione - c'è la crescita della popolazione, che continua. Bisogna invertire la rotta perché la popolazione umana aumenta ancora di oltre 200.000 persone al giorno.