DOMENICA tra TEMPORALI, NUBIFRAGI e apice del CALDODOMENICA tra TEMPORALI, NUBIFRAGI e apice del CALDOChe tempo matto! Prepariamoci infatti ad una domenica a 2 facce e dunque con un'Italia contesa tra un'atmosfera instabile e temporalesca e un contesto più tranquillo, ma soprattutto molto caldo per la stagione.
Tutta colpa di un vortice ciclonico in arrivo dalla Francia che, diretto verso l'arco alpino, manterrà condizioni meteo assai instabili su molte aree del Nord e alcuni tratti del Centro. Nel contempo, il vortice stesso, continuerà a richiamare venti molto caldi dal nord Africa verso le regioni del Sud dove oltre a registrare condizioni meteo più tranquille si raggiungerà l'apice di un caldo che già da alcuni giorni avvolge gran parte del Mezzogiorno e la Sicilia.

Ma andiamo con ordine e vediamo più nel dettaglio che domenica ci attende sul fronte meteorologico.
Già dalle prime luci del giorno l'atmosfera risulterà assai turbolenta al Nord fino alle aree più settentrionali della Toscana. Temporali a tratti forti accompagnati da locali nubifragi potranno colpire le aree alpine e prealpine piemontesi e lombarde, il Levante ligure e i comparti nord-occidentali della Toscana. Altri fenomeni, seppur meno importanti, bagneranno praticamente tutte le restanti regioni settentrionali fatta eccezione per le estreme zone più occidentali del Piemonte e la Liguria di ponente. Sul resto del Paese invece si potrà godere di un'atmosfera decisamente più quieta, a tratti pure molto calda per le regioni del Mezzogiorno.

Occhi puntati anche al pomeriggio quando temporali, grandinate e locali nubifragi continueranno a darsi appuntamento su molte zone del Nord specie su Alpi e Prealpi centrali e sula Pianura Padana (attenzione alla Lombardia) in movimento poi verso le aree del Triveneto sul finire della giornata.
Sempre nel pomeriggio ci sarà spazio per una parentesi molto instabile in Toscana, su alcuni angoli della Marche e dell'Umbria.
Isola calda e felice ancora il Sud dove oltre al bel tempo, sulla Sicilia si raggiungerà l'apice del caldo con punte di temperatura davvero notevoli per la stagione e fortemente sopra la media del periodo.