Natale con alta pressione poi però possibile fase fredda ed instabile a CapodannoNatale con alta pressione poi però possibile fase fredda ed instabile a CapodannoCi stiamo velocemente avvicinando alle FESTE di NATALE e di conseguenza sorge spontanea la domanda: le passeremo con il SOLE o con il MALTEMPO? Scopriamo subito cosa dicono le ULTIME PROIEZIONI per la seconda metà del mese fino a CAPODANNO.

Nel corso della PROSSIMA SETTIMANA una profonda e vasta area di bassa pressione in discesa dal nord Atlantico darà il via a un primo peggioramento che sarà il preludio ad un'intensa fase di maltempo sul nostro Paese che durerà per diversi giorni. A causa dei venti miti meridionali, la quota della neve sarà molto alta e questo potrebbe dar luogo a fenomeni alluvionali improvvisi specie sulla Liguria con veri e propri NUBIFRAGI.

Successivamente, proprio in corrispondenza con la vigilia e la giornata di NATALE l'alta pressione guadagnerà terreno espandendosi su buona parte del bacino del Mediterraneo. Per questo motivo ci aspettiamo una prevalenza di tempo stabile e soleggiato da Nord a Sud con temperature durante il giorno nemmeno troppo fredde. La massa d'aria in arrivo infatti è di matrice africana con valori decisamente oltre le medie climatiche che ci si aspetterebbe a dicembre. Da valutare poi la possibilità della formazione di NEBBIE specie sulla Pianura Padana e nelle valli interne del Centro.

E poi? Come finirà questo 2019?

In base agli ultimi aggiornamenti sembrerebbe proprio che la tregua dal MALTEMPO possa durare ben poco. Dal nord Atlantico infatti sono in arrivo nuovi fronti instabili pronti a portare nuove piogge su buona parte del Paese con nevicate abbondanti sulle montagne. Per la giornata di CAPODANNO infine spunta l'ipotesi di una colata gelida in arrivo dalla Russia pronta ad investire l'Italia. Vista la distanza temporale ancora molto elevata è difficile ad ora prevederne la traiettoria, non resta che seguire le future evoluzioni man mano che ci avvicineremo all'evento.