Il tempo previsto per la settimanaIl tempo previsto per la settimanaDa una parte l'anticiclone africano e dall'altra forti temporali!
Prepariamoci ad alcuni giorni piuttosto agitati sul fronte meteo con un'Italia divisa da una netta dicotomia tra il Nord e il Sud del Paese.

Già da Martedì 16 l'ennesimo promontorio di matrice africana comincerà ad avvolgere le regioni del Sud puntando in parte anche il Centro. Al Nord, invece, le cose non cambieranno sul fronte termico e il tempo si manterrà tranquillo, eccezion fatta per qualche disturbo all'estremo Nordovest, in particolare sul Piemonte più occidentale dove nel pomeriggio sarà consigliabile tenere un ombrello a portata di mano.

Le cose cambieranno ulteriormente in quel di Mercoledì 17. Al Sud e su gran parte del Centro l'anticiclone africano si farà sempre più invadente con il suo carico di bollente stabilità.
Nel contempo, al Nord, il tempo inizierà a peggiorare a causa di un minaccioso vortice ciclonico localizzato tra il Regno Unito e la Francia, pronto ad inviare un fronte perturbato.
Saranno inizialmente le regioni nord-occidentali ad accusare dei disturbi, con l'arrivo di primi rovesci, anche a carattere temporalesco.

Ma il peggio è atteso per le successive 24 ore. Giovedì 18, infatti, il fronte perturbato irromperà con decisione su quasi tutto il Nord dove il meteo andrà severamente peggiorando, caratterizzato da forti rovesci e intensi temporali che entro la fine della giornata raggiungeranno anche la Toscana.
Al Nord torneranno inoltre a calare le temperature.
Sole e tanto caldo invece al Sud, specie sulla Sicilia, dove i termometri potranno agevolmente raggiungere la soglia dei 40°C.

Arriviamo così alla vigilia del weekend. La perturbazione atlantica inizierà a spostare il suo raggio d'azione verso levante. La giornata di Venerdì 19 sarà caratterizzata da un veloce miglioramento al Nord, dove potranno peraltro verificarsi gli ultimi rovesci o temporali sui rilievi del Triveneto, possibili anche su parte della Toscana e dell'Umbria.
Continuerà a fare caldissimo al Sud dove tuttavia l'anticiclone africano comincerà a sentire la pressione delle correnti più fresche di origine atlantica.

Sarà questo il preludio ad un weekend dove l'alta pressione africana, se tutto verrà confermato, tornerà a ritirarsi verso le sue terre di origine.
Ma di questo vi daremo conferma nei nostri prossimi aggiornamenti.