Gennaio 2020 con l'incubo di un super anticicloneGennaio 2020 con l'incubo di un super anticicloneL'INVERNO è entrato nel vivo in questi giorni con nevicate fino in pianura e freddi venti su tutta l'Italia. Ma cosa dobbiamo aspettarci nel prossimo futuro? Grazie alle proiezioni stagionali possiamo già farci un'idea su come saranno le prime settimane del 2020. In base alle ultime proiezioni si rischia di passare un GENNAIO con l'Incubo di un super anticiclone. Scopriamo subito quali potrebbero essere le conseguenze con gli ultimi AGGIORNAMENTI del centro meteo europeo.

Come possiamo vedere dalle mappe e dalle proiezioni stagionali ufficiali emesse dal centro di calcolo europeo ECMWF e dai principali indici atmosferici molto probabilmente siamo destinati a vivere un GENNAIO ANOMALO, con temperature sopra la media climatica tra 0,5° e 1,5°C su buona parte del nostro Paese. Anche le precipitazioni potrebbero risultare abbastanza scarse, da Nord a Sud, a causa della probabile presenza di un robusto campo di alta pressione sul Mediterraneo che di fatto impedirebbe al freddo e alle perturbazioni di transitare sull'Italia.

Temperature sopra la media tra 0,5 e 1,5°C su buona parte dell'ItaliaTemperature sopra la media tra 0,5 e 1,5°C su buona parte dell'Italia

La presenza per più giorni di un campo alto-pressorio potrebbe favorire la formazione di NEBBIE, anche fitte, al Nord e sulle valli del Centro, con valori sotto lo zero di notte e al primo mattino: queste sono le condizioni peggiori affinché possa verificarsi una situazione di grave pericolo: quello dell'INQUINAMENTO, con l'accumulo di polveri sottili nei bassi strati, soprattutto per quanto riguarda la Pianura Padana, a causa del mancato ricircolo dell'aria dovuto alla sua particolare morfologia (chiusa su 3 lati). Al Sud invece il sole dovrebbe splendere in maniera più convinta.

Detto questo non è da escludere la possibilità di VELOCI BLITZ POLARI, come avvenuto anche negli scorsi anni. Molto dipenderà dalle sorti del Vortice Polare, in grado di influenzare i movimenti di masse d'aria su tutto il continente. Come ricordiamo sempre si tratta solamente di proiezioni generali sul lunghissimo periodo, quindi non vanno intese come le classiche previsioni del tempo e non sono utili a programmare attività.