Il Ciclone 'Imka' impatta su Mezza EuropaIl Ciclone 'Imka' impatta su Mezza EuropaLa tempesta Barbara, un vasto ciclone formatosi in pieno Oceano Atlantico, sta impattando pesantemente sul mezza Europa provocando diversi danni e molti disagi. Facciamo il punto della situazione individuando le possibili CONSEGUENZE sull'Italia.

Barbara si presenta con un minimo di pressione così profondo (intorno agli 970 hPa), da innescare venti dai quadranti meridionali molto intensi, mediamente sui 100 km/h (ma attenzione perché le raffiche superano anche i 150 km/h) sulle coste irlandesi e inglesi. Non solo. La perturbazione è alimentata da masse d’aria differenti tra loro: le correnti più calde di origine meridionale si scontrano infatti con quelle decisamente più fredde pilotate dal vortice ciclonico, con il risultato di provocare un severo maltempo caratterizzato da forti piogge, nubifragi e alluvioni lampo, oltre che sul Regno Unito, anche sulla Penisola Iberica e sulla Francia settentrionale.
Ma il fronte perturbato non ha prodotto solo maltempo: esso ha funzionato infatti da richiamo per correnti più calde sul Mediterraneo centrale e per questo motivo, all'inizio di questa settimana, si sono raggiunti valori dai connotati più estivi anziché autunnali, con temperature massime che hanno toccato addirittura i 32°C nella Spagna meridionale, più precisamente in Andalusia.

CONSEGUENZE in ITALIA? - La tempesta proverà a influenzare il tempo anche più ad est e, nonostante il maestoso anticiclone nord-africano abbia finora fatto buona guardia sul nostro Paese, essa riuscirà in qualche modo a penetrare, provocando un peggioramento del tempo a ridosso del prossimo weekend, con conseguenze sicuramente meno nefaste rispetto alle nazioni occidentali europee, ma comunque tangibili, specialmente tra sabato e domenica.