Il cammino verso l’Estate

"Piacer figlio d'affanno": diceva così il mio poeta preferito dopo che il temporale era passato ne la leopardiana "Quiete dopo la tempesta"... e sembra proprio che per uscire da questa "empasse" invernale si debbano ancora fare lunghi passi in salita, un vero e proprio "affanno" climatico.

Lo scenario invernale che ha caratterizzato gran parte dell'Europa con un mese di Marzo decisamente più freddo rispetto alle medie stagionali è stato la conseguenza di un imponente strat warming avvenuto nel corso del mese di Febbraio, ovvero un riscaldamento anomalo della stratosfera terrestre che ha fatto splittare il vortice gelido polare: esso sta tuttora causando qualche stranezza nell'andamento termico e potrebbe compromettere anche le prossime stagioni; non sono infrequenti, infatti, primavere pigre ed Estati piovose negli anni che hanno subìto lo strat-warming.

E a proposito di cambiamenti climatici, c'è ovviamente da sottolineare come negli ultimi 15 anni, a partire dalla famosa estate 2003, l'Anticiclone delle Azzorre, che un tempo garantiva estati miti non troppo afose, si è fatto vedere sempre meno, tanto che è stato di fatto sostituito da ripetute espansioni di promontori anticiclonici a matrice africana, ed è ora, per così dire, il ricercato principale.Anticiclone delle Azzorre il ricercato principale dell'EstateAnticiclone delle Azzorre il ricercato principale dell'Estate