Il tempo previsto per le PROSSIME OREIl tempo previsto per le PROSSIME OREQuando sentiamo parlare di alta pressione, ecco che la nostra mente ci porta subito ad immaginare scenari di totale stabilità atmosferica, conditi da un forte soleggiamento e da un clima anche molto gradevole. Tuttavia non va dimenticato che siamo ancora in pieno inverno e in questo periodo dell'anno gli anticicloni non sempre sono sintomo di stabilità e di bel tempo.

Anche nelle prossime ore infatti, nonostante una generosa presenza anticiclonica in atto praticamente su tutta l'Italia, su alcune zone incombono 2 gravi rischi.
Il primo, in apparenza il più fastidioso, è da attribuire alle nebbie e alle nubi medio-basse che avvolgeranno molte zone della Val Padana, la aree più interne del Centro fino a molti tratti dei litorali centrali, sia quelli tirrenici e sia quelli adriatici. Su queste zone infatti, gli amanti del bel tempo saranno assai delusi in quanto già dalla mattina il meteo ci proporrà uno scenario grigio, umido e soprattutto più rigido rispetto ai settori montani dove a partire dalle quote medio-alte, le nebbie e le nubi basse non riusciranno ad ostacolare il buon soleggiamento. Per non parlare poi dei disagi alla circolazione stradale che soprattutto la notte e nella prima parte del mattino si accentuano a causa delle forti riduzioni alla visibilità specialmente sulle zone pianeggianti più interne.

Ma non finisce qui! Sempre su questi settori incombe anche un altro è più pericoloso rischio. L'inquinamento! La nebbia e gli strati di nubi medio-basse infatti, provocano uno scarso ricambio dell'aria specialmente nei bassi strati dove le particelle inquinanti provocate ad esempio dal traffico cittadino, dalle fabbriche e dai sistemi di riscaldamento, trasformano soprattutto le grandi città in veri e propri contenitori di aria insalubre a tratti anche tossica.
Ci sarà invece un'altra parte del Paese dove fino a sera si potrà godere di un contesto atmosferico decisamente meno nocivo alla salute e per alcuni anche per il proprio umore. Ci riferiamo, oltre che ai monti del Nord e del Centro, anche a parecchie aree del Sud dove il bel tempo riuscirà a dominare senza particolari intoppi in un contesto climatico per altro nuovamente sopra le righe rispetto al calendario.

Segnali di un possibile cambiamento nella circolazione atmosferica sono attesi a partire da venerdì 28 quando masse d'aria più fredda cominceranno a minacciare alcune regioni del nostro Paese. Ma per maggiori dettagli vi invitiamo a cliccare su questo LINK.