Allarme ambientale a Sant'Antioco, in SardegnaAllarme ambientale a Sant'Antioco, in SardegnaIl mercantile che domenica 22 dicembre è finito sugli scogli di Sant'Antioco sta perdendo migliaia di litri di gasolio.
Le autorità locali che da ore monitorano le condizioni del relitto adagiato a Capo Sperone, sulla costa sud occidentale dell’isola, hanno notato la copiosa fuoriuscita di carburante.

Le condizioni della nave mercantile, incagliatasi sabato a sud della Sardegna, sono monitorate minuto per minuto da uomini e mezzi messi in campo dalla Guardia Costiera di Cagliari. Dopo aver salvato i 12 membri dell’equipaggio, sono in corso i controlli nell’ambito delle operazioni di disincaglio e contenimento degli idrocarburi presenti a bordo della Cdry Blue”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa a proposito del cargo italiano Cdry Blue finito sugli scogli a Sant’Antioco.

Tra i primi a lanciare l'allarme sono stati i membri dell'associazione "Marevivo", con un post sulla loro pagina Facebook; entro la sera di lunedì 23 dicembre è atteso in zona l'arrivo di una nave speciale antinquinamento che dovrebbe iniziare le operazioni di bonifica.