Aumento anomalo dei termometriAumento anomalo dei termometriUn vasto e potente campo di alta pressione con valori da record di (1050 hPa) si sta spostando dall'Europa centrale anche verso il nostro Paese e ha tutte le intenzioni di riportarci in una sorta di totale staticità atmosferica, con le temperature destinate nuovamente ad salire.
A contribuire a questo nuovo aumento dei termometri ci penseranno su alcuni angoli del Paese anche i venti miti di Scirocco, richiamati da un vortice di bassa pressione attualmente attivo sulla Spagna.
Insomma, ci sono tutti i presupposti per un ennesimo e anomalo aumento termico che ci proietterà in un clima quasi da primavera.
Vediamo dove si avvertirà di più questo nuova anomalia climatica.

La fase dove le temperature aumenteranno in maniera più evidente sarà quella compresa tra le giornata di mercoledì e giovedì, quando il dominio dell'alta pressione risulterà praticamente incontrastato. Al Sud, specie sull'area tirrenica e ionica si potranno toccare valori massimi anche prossimi ai 16/17°C come in Sardegna, Sicilia e, come detto, su gran parte dei settori ionici. Anche al Centro il graduale crescendo delle colonnine di mercurio porterà a valori decisamente miti, come a Roma e Firenze dove si potranno toccare rispettivamente 15 e 13°C. Qualche grado in meno solamente sulle pianure del Nord, dove i termometri si fermeranno intorno ai 10/12°C.

Discorso diverso invece per la notte, soprattutto al Nord, dove le temperature minime potranno ancora risultare piuttosto rigide, con valori spesso sotto lo zero, accompagnati da estese gelate sia sulla Val Padana, sia sui rilievi.

Questa fase nuovamente mite per la stagione potrebbe subire una parziale attenuazione nel corso del weekend a causa di un peggioramento che si affaccerà all'Italia già nel corso di venerdì, quando le temperature torneranno a perdere qualche punticino nei valori massimi al Nordovest e sulla Sardegna. Attendiamo comunque ulteriori aggiornamenti in merito.