Temperature in rialzo, ma non per tuttiTemperature in rialzo, ma non per tuttiNei prossimi giorni l'italia si troverà praticamente divisa in due sul fronte climatico. Gran parte del Paese sarà caratterizzata da un clima non particolarmente freddo, con alcuni angoli dove anzi i valori potranno addirittura salire sopra media. Ma ci saranno alcuni settori dove invece si farà sentire bene il freddo. Insomma, nonostante le TEMPERATURE saranno in aumento non sarà così per tutti.
Vediamo più nel dettaglio.

Già nel corso della giornata di giovedì ci accorgeremo già di questa sorta di divisione sul fronte climatico. Le correnti da Scirocco, attese in rinforzo, per via di un nuovo e imminente peggioramento delle condizioni meteo, cominceranno lentamente ad avvolgere il Sud e la Sicilia.
Poche le novità sulle restanti zone del Paese con il Nordovest ancora decisamente più freddo rispetto al resto del Centro-Nord, con una differenza anche di 6/8°C per quanto riguarda le temperature massime.

Ma queste evidenti differenze termiche si faranno ancora più importanti nelle prossime 24/48 ore. L'annunciato peggioramento delle condizioni atmosferiche porterà ad un ulteriore rinforzo dei venti miti da Scirocco che faranno lievitare i termometri soprattutto tra venerdì e sabato. Temperature sopra media si registreranno dunque al Sud, in particolare su Puglia, Calabria e Sicilia, dove sabato si potranno toccare picchi fino a 22/24°C. Un moderato aumento si avrà anche lungo l'area adriatica e su parte del Nordest, mentre rimarranno praticamente invariate sul lato tirrenico.
Discorso ben diverso invece per il Nordovest dove, oltre al maltempo e all'assenza dei venti da Scirocco, deboli infiltrazioni d'aria più fredda nord atlantica, manterranno il quadro termico molto più rigido, tale addirittura da provocare nevicate a bassa quota. Nella giornata di venerdì , ad esempio, avremo valori massimi non superiori ai 3/4°C a Torino e su molti tratti del Piemonte.

Al Sud, un moderato ritorno a temperature più consone al periodo si avrà nella giornata di domenica, soprattutto a causa di una maggior ingerenza del brutto tempo che provocherà un fisiologico calo termico.
Altrove la situazione rimarrà praticamente invariata.