Ancora freddo, ma fra poco cambierà tuttoAncora freddo, ma fra poco cambierà tuttoIn conseguenza dell’irruzione polare dei giorni scorsi l’aria fredda si è fatta sentire e ha dilagato sul Nord Italia portando diffuse gelate notturne e un clima decisamente invernale anche di giorno. Ora però cambierà presto tutto. Cerchiamo di capire che cosa sta per accadere.

Domenica 15 dicembre continuerà a fare molto freddo di notte e al mattino sulla Val Padana sia per i maggiori rasserenamenti previsti, ma anche per la persistenza di sacche d'aria fredda a bassa quota. Qui potremo avere delle diffuse gelate sulle zone pianeggianti. Qualche grado in più sulle regioni centro-meridionali peninsulari.

La situazione dal punto di vista termico cambierà ad iniziare dalla seconda parte di domenica quando si attenueranno le fredde correnti atlantiche e masse d'aria più miti ed umide dai quadranti sud-occidentali le andranno gradualmente a sostituire. Le temperature cominceranno a salire al Centro-Sud e sulle Isole, mentre al Nord l'aumento termico sarà davvero trascurabile e riguarderà più che altro i valori notturni. L'umidità presente nei bassi strati favorirà, infatti, lo sviluppo di una maggior nuvolosità, la quale, da un lato limiterà il calo termico notturno, ma dall'altro costringerà i termometri a rimanere su valori piuttosto bassi anche durante il giorno.

Ma il clima sarà destinato a scaldarsi soprattutto con l'inizio della prossima settimana quando si ripresenterà una configurazione molto simile a quella di novembre con correnti miti meridionali via via sempre più protagoniste e con la colonnina di mercurio destinata a salire nuovamente di parecchi gradi sopra le medie del periodo. Le temperature massime a metà settimana potranno raggiungere i 20°C in città come Napoli e Palermo.