Il quadro climatico previsto per i prossimi giorniIl quadro climatico previsto per i prossimi giorniMentre Caronte, l'indomabile anticiclone africano, sta provocando un ulteriore escalation delle temperature praticamente su tutta l'Italia, all'orizzonte si intravedono importanti segnali di cambiamento.

Fino a Martedì 5 Luglio l'alta pressione sub-tropicale continuerà a dominare la scena indisturbata con temperature davvero bollenti sul nostro Paese che toccheranno punte anche superiori ai 40°C a carico soprattutto delle regioni del Sud, sulle due Isole Maggiori fino ai comparti tirrenici del Centro. Queste saranno infatti le aree dove il cuore più caldo di Caronte farà sentire le sue maggiori pulsazioni.

Farà caldissimo comunque anche sul resto del Paese. Basti pensare ai 37-38°C attesi sulle zone più interne del Centro e ai 35-36°C che avvolgeranno praticamente l'intera Val Padana, il tutto condito da un afa via via sempre più opprimente.

Ma in soccorso agli amanti del fresco, ecco che da Mercoledì 6 arriveranno i primi segnali di un cambiamento. Caronte inizierà a mostrarsi sempre meno aggressivo e più stanco dopo un dominio davvero interminabile.
Da ovest infatti si avvicinerà al nostro Paese un redivivo anticiclone delle Azzorre che punterà la prua anche in direzione delle terre centro-settentrionali del vecchio continente. Questo suo protendersi verso Nord favorirà la discesa di masse d'aria più fresca verso l'Italia pronte a decretare un generale seppur graduale stop del grande caldo di questi giorni.

Si andrebbe così ad aprire una parentesi governata non più dal rovente anticiclone africano bensì dall'anticiclone delle Azzorre capace di regalarci una fase climatica nettamente più dolce e senza gli eccessi di caldo e afa di questi giorni. Restiamo comunque in attesa di ulteriori dettagli per capire meglio come evolverà questa sempre più probabile rinfrescata.