Il Pianeta Venere molto simile alla Terra in passato. Poi il cambiamento climatico ha cambiato tuttoIl Pianeta Venere molto simile alla Terra in passato. Poi il cambiamento climatico ha cambiato tuttoInteressante scoperta da parte della NASA secondo cui VENERE era un pianeta del tutto simile alla TERRA. Facciamo il punto della situazione mettendo in evidenza i motivi che hanno fatto cambiare TUTTO, clima compreso.

Venere, ovvero il secondo pianeta per vicinanza al Sole, non è sempre stato condizionato come ora dall'effetto serra portato agli estremi, con temperature altissime ed inospitali per qualsiasi forma di vita e per ospitare acqua. Secondo delle simulazioni della NASA, presentate a Ginevra al congresso Europeo di Planetologia, per circa tre miliardi di anni esso è stato un pianeta con un clima temperato e con presenza di oceani proprio, come la Terra. Questa sensazionale scoperta, se confermata, costringerà a riconsiderare le condizioni presenti sui pianeti esterni al Sistema Solare e quindi su una possibile vita extraterrestre.
Al fine di poter verificare questi dati i ricercatori non sono andati direttamente sul pianeta, ma hanno utilizzato cinque simulazioni al computer. Ebbene tutte indicano che, per circa tre miliardi di anni, Venere ha avuto temperature comprese tra i 20 e i 50 gradi e un oceano profondo in media 310 metri.

Ma cosa ha causato allora il cataclisma che ha spazzato via tutto facendo aumentare a dismisura le temperature?
Una risposta univoca ancora non c'è, tuttavia molti esperti collegano l'attività vulcanica e il successivo rilascio di ingenti quantità di anidride carbonica al cambiamento climatico che ha di fatto soffocato Venere: la CO2 liberata avrebbe dunque causato l'effetto serra, facendo aumentare esponenzialmente le temperature, fino a 460 gradi.

"Abbiamo bisogno di più missioni per studiare Venere", - rileva Way (ricercatore del del Goddard Space Flight Center della Nasa) - "tuttavia i nostri modelli mostrano che esiste una reale possibilità che possa essere stato radicalmente diverso dal pianeta che vediamo oggi".
Tutto ciò, secondo l'esperto, apre svariate implicazioni per i pianeti esterni al Sistema Solare che si trovano vicini alla loro stella e che potrebbero sorprendentemente ospitare acqua liquida e un clima temperato.