In arrivo forti ventiIn arrivo forti ventiNei prossimi giorni le condizioni meteo sono previste in progressivo peggioramento a causa del sopraggiungere di una perturbazione atlantica che provocherà, entro il fine settimana, non solo tante precipitazioni, ma anche forti venti, con raffiche che localmente potranno raggiungere addirittura i 100 km/h, con pericolo di mareggiate.
Facciamo dunque il punto della situazione per capire l'evoluzione prevista, ma soprattutto le zone maggiormente a rischio di vento intenso.

Già dalla giornata di mercoledì 20 l'Italia tornerà ad essere interessata da un treno di perturbazioni atlantiche con effetti per tutto il resto della settimana. L'ingresso, a più riprese, di profondi vortici ciclonici determinerà, come accennato, anche un deciso aumento delle correnti.
Il peggioramento più marcato avverrà tra le giornate di giovedì 21 e venerdì 22, quando i venti si disporranno dai quadranti meridionali su buona parte dei settori. In particolare saranno spazzate da violente raffiche di Libeccio, ad oltre 50-60 km/h, città come Napoli, Cagliari, Genova. Andrà prestata la massima attenzione in particolare ai settori tra Liguria di Levante e alta Toscana, dove non escludiamo la possibilità di mareggiate intense lungo le coste a causa di correnti fino a quasi 100 km/h. Da segnalare, inoltre, il rischio di tempeste di vento a 100 km/h anche sui crinali appenninici tra Toscana ed Emilia Romagna, ma successivamente pure sulle zone interne del Centro.
Sul medio e alto Adriatico sarà invece il mite vento di Scirocco a farla da padrone e ciò favorirà anche un deciso aumento delle temperature.

Ma non finirà qui. Tra sabato 23 e domenica 24 i venti inizieranno a ruotare dapprima dai quadranti occidentali, con forti raffiche di Ponente su medio e basso Tirreno e infine da Nordovest domenica, quando entrerà deciso il Maestrale che soffierà con forza, specie sulle due Isole maggiori.