Decolla l'ESTATE, ma attenzione ad improvvisi TEMPORALIDecolla l'ESTATE, ma attenzione ad improvvisi TEMPORALIE' scoppiata l'estate! E ora sembra non volersi più fermare. La settimana appena iniziata sarà caratterizzata infatti da un calore via via sempre più intenso, anche se non mancherà qualche improvviso ed insidioso temporale su alcuni angoli del Paese.

In questi ultimi giorni l'atmosfera sull'Italia ha trovato finalmente una maggiore stabilità grazie ad una decisa e più evidente ingerenza dell'anticiclone africano responsabile, inoltre, di un netto aumento delle temperature.
La stagione è dunque decollata ed il caldo bel tempo sta cercando di conquistare in toto il nostro Paese. Tuttavia, come spesso avviene nei periodi molto caldi, le insidie temporalesche sono spesso dietro l'angolo pronte a minacciare le ore pomeridiane, cioè quei momenti in cui si registra la maggior concentrazione di calore.
Fatta questa doverosa premessa, vediamo cosa ci aspetta sul fronte meteorologico per i prossimi giorni.

Dopo un lunedì 14 solo lievemente disturbato da deboli infiltrazioni d'aria più fresca in arrivo dai vicini Balcani, tra martedì 15 e giovedì 17 il tempo si manterrà decisamente caldo e soleggiato specie al Centro-Sud, con temperature più o meno stazionarie.
Sulle regioni del Nord l'alta pressione, sia pure ben presente, lascerà spazio alla formazione di diverse nubi, soprattutto a ridosso dei rilievi alpini e prealpini, dove nelle ore più calde torneranno protagonisti i temporali, anche se difficilmente si spingeranno fin verso le adiacenti aree di pianura. Nonostante queste lievi incertezze, continuerà a fare comunque caldo, in primis sulla Val Padana.

A partire da venerdì 18 e per tutto il corso del weekend la presenza di un vortice di bassa pressione sulla Spagna favorirà un ulteriore richiamo di aria calda africana verso l'Italia e in particolare al Centro-Sud e sulle due Isole maggiori. Su questu settori il caldo raggiungerà valori davvero molto elevati, con picchi di temperatura anche prossimi ai 40°C nelle aree interne di Sardegne e Sicilia.
Il Nord potrebbe registrare una maggiore instabilità, anche con il rischio di temporali più frequenti sui rilievi, mentre un caldo bel tempo continuerà ad avvolgere tutto il comparto pianeggiante e gran parte dei litorali.

Per ulteriori conferme in merito vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.