CALDO in aumento in SETTIMANA con picchi fino a 38°CCALDO in aumento in SETTIMANA con picchi fino a 38°CLa prima super ondata di caldo è ormai alle porte e fra qualche giorno le temperature saliranno fino a toccare punte prossime ai 40°C.

Dopo un lunghissimo periodo caratterizzato da un contesto meteo-climatico relativamente sotto tono infatti, ora l'alta pressione nord africana sembra aver trovato la giusta energia per invadere con decisione il bacino del Mediterraneo e per portare la prima vera ondata di caldo anche sul nostro Paese. Si chiuderanno dunque le porte alle fresche ed instabili correnti atlantiche costrette gioco forza a migrare a latitudini più settentrionali.
Ma andiamo a vedere come accadrà dunque sul fronte termico nei prossimi giorni e soprattutto dove si farà maggiormente sentire l'onda calda africana.

Ad inizio settimana dovremo fare i conti ancora con deboli infiltrazioni d'aria fresca dai quadranti nordorientali, ma che si limiteranno a limare leggermente i valori termici solo al Nordest e sulla fascia adriatica del Centro. Altrove le temperature rimarranno ferme intorno ai 30°C su gran parte del Nord e sui comparti tirrenici del Centro con punte leggermente superiori nelle sole aree più interne della Toscana come a Firenze dove la colonnina di mercurio potrà salire fino a toccare picchi prossimi ai 33-34°C.

Nonostante un moderato aumento termico atteso poi tra martedì 15 e giovedì 17 al Nord, il clima non subirà forti scossoni. Avremo dunque un caldo tutto sommato moderato anche se con qualche valore a tratti sopra media specialmente sulla Val Padana.

Le cose invece cambieranno a partire da venerdì 18 quando un vortice di bassa pressione in avvicinamento dalla Penisola Iberica, innescherà un improvviso richiamo di correnti molto calde provenienti dal cuore dell'Africa pronte a produrre un'ulteriore escalation dei termometri principalmente sulle regioni del Mezzogiorno e sulle due Isole Maggiori. Nel corso del weekend infatti, su alcuni angoli della Puglia, Sardegna e della Sicilia le temperature potrebbero schizzare fino a toccare picchi di 40-41°C.

Anche al Centro i valori termici potranno fare un ulteriore seppur contenuto passo in avanti, mentre al Nord si avvertirà maggiormente la presenza del vortice iberico capace di portare una maggior incertezza sul fronte meteo e con temperature meno roventi. Solo in Emilia si potranno registrare valori più elevati a causa dei venti di caduta dall'Appennino.